Forex Trading Come Funziona



Forex trading come funziona e quali strumenti usare

Il Forex è uno degli strumenti di trading online più popolari e remunerativi, in quanto riesce ad attirare elevatissimi capitali. Per accedervi è sufficiente possedere un computer (od un dispositivo mobile) connesso ad internet ed un capitale iniziale, anche ridotto. Una volta scelto il broker e aperto un account, si potrà negoziare con le funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma di trading. Ma come si possono realizzare dei profitti con il Forex? E come funziona? Vediamolo qui di seguito nei dettagli.

 

Forex Trading come funziona lo scambio di valute internazionali

Il termine Forex è l’abbreviazione di Foreign Exchange Market, ossia il mercato dello scambio delle valute internazionali. Queste vengono sempre quotate in coppie, dette anche cross valutari, dove ogni moneta viene indicata con un sigla costituita da tre lettere maiuscole. Alla sinistra del cross avremo la “valuta di base”, mentre alla sua destra si colloca la “valuta quotata”. In una classica piattaforma di Forex si potrà quindi notare che un cross, come ad esempio quello euro / dollaro USA, è associato a due valori, uno di acquisto (associato al termine “ask” o “lettera”) e uno di vendita (“bid” o “denaro”), come nell’esempio qui fornito:

 

EUR/USD = bid 1,10725 ; ask 1,0728

 

Come si può vedere, i due valori divergono leggermente per pochi “pips” (un pip è l’unita di misura minima con la quale si esprime il valore di una valuta, e corrisponde generalmente ad un millesimo). Questa differenza di valore corrisponde al cosiddetto spread. Se dovessimo scambiare 100 dollari in euro (al prezzo “ask”) e nello stesso istante ricambiarli in dollari (al prezzo “bid”, sempre sensibilmente inferiore rispetto al primo), saremmo in possesso di 99,97 $, proprio per via dello spread, che rappresenta il guadagno del broker dalle transazioni operate sulle valute.



 

Forex Trading Come Funziona il Profitto

Dopo aver illustrato questi essenziali concetti di base, vediamo come è possibile ottenere dei profitti speculando sulle oscillazioni delle quotazioni dei cross. Sempre prendendo come punto di riferimento il cross e le quotazioni esposte, immaginiamo di voler investire 1000 dollari del nostro conto nella coppia EUR/USD. Dopo l’operazione di cambio, avremo il seguente bilancio:

 

– 1000 $

+ 932,14 €

 

I nostri 1000 dollari iniziali, all’attuale tasso di cambio, corrispondono a 932,14 euro. Poichè convertendoli subito in dollari non riusciremo a trarre alcun profitto (anzi, andremmo incontro ad una leggera perdita), occorrerà attendere gli sviluppi del mercato a noi più favorevoli. Potremo infatti rivendere i dollari nel caso di un rafforzamento dell’euro nei confronti della valuta americana. Ipotizziamo che, dopo alcuni giorni, la quotazione sia la seguente:

 

EUR/USD = bid 1,0954 ; ask 1,0957

 

Sicuramente si tratta di uno scenario che ci viene incontro, cosicché decidiamo di vendere i nostri euro (al prezzo di “bid”). Il risultato è 1021,07 dollari. Vediamo ora il bilancio aggiornato a seguito di questa operazione:

 

+ 932,14 € – 932,14 € = 0

– 1000 $ + 1021,07 $ = 21,07 $

 

Con una semplice operazione, nel corso di poche ore, abbiamo guadagnato 21,07 $. Si tratta delle cosiddetta “long position”, basata sul più classico tra i principi dei mercati azionari: compra basso e vendi alto.

Salva