Trend Forex



Abbiamo già accennato in precedenza dei trend Forex, anche se una definizione univoca di questi non è ancora stata data. Sostanzialmente si tratta dei migliori amici di un investitore Forex, è dunque bene non contrastarli in nessun caso, piuttosto è buona abitudine assecondarli.

 

Indicatori di trend nel Forex

Grosso modo il trend Forex di mercato è l’andamento che questo in un dato periodo decide di prendere. Molto semplicemente verrà reso graficamente grazie ad una linea che avvertirà sulla tendenza che ha assunto la piazza in un particolare frangente.

La linea di rado sarà lineare, anzi questa eventualità non si verifica mai, piuttosto sarà soggetta ad oscillazioni e a zig zag che indicheranno l’alternarsi dei massimi e dei minimi. Si tratta di fattori tutti collegati e interdipendenti che un buon analista del mercato non dovrà mai perdere di vista.

A caratterizzare l’andamento di un determinato trend di mercato saranno prima di tutto parametri temporali, ma fondamentali saranno i massimi e  i minimi che appunto daranno modo all’analista di conoscere le oscillazioni di mercato. Normalmente i professionisti del Forex trading parlano di tre tipi di trend: il trend rialzista, quello ribassista e quello laterale.

 

Trend Forex Rialzista

Nel caso del trend rialzista si prospetta un mercato in rialzo che verrà sospinto positivamente da tutti gli investimenti dei compratori.  I massimi e i minimi in questo caso non potranno che essere crescenti, mentre nel caso del trend ribassista il mercato sarà ovviamente in una drastica situazione di ribasso, scenario che sarà determinato con molta probabilità dalle improvvise vendite di massa da parte degli investitori.



I massimi e i minimi saranno decrescenti. Caso intermedio è quello del trend laterale. Il mercato del Forex in questo caso oscillerà letteralmente in maniera laterale, una situazione di chiara incertezza che facilmente sarà riconoscibile data la presenza di massimi e minimi che si troveranno in determinati range.

A questo punto è d’obbligo dare un chiarimento in merito ai massimi ed ai minimi. Questi possiedono effettivamente dei nomi più appropriati, verranno definiti supporti (i massimi) e resistenze (i minimi).

Nel caso in cui ci si trovi in situazione di trend rialzista le resistenze avvertiranno l’analista di pause momentanee del mercato, mentre nella situazione opposta, di trend in ribasso saranno i supporti a indicare le pause della piazza.

Altro concetto di un certo rilievo è quello relativo alla trendiline, per dirla all’italiana linea di tendenza. Di questa abbiamo parlato più volte e sostanzialmente è quella linea che si viene a creare dalla congiunzione dei minimi e massimi e che darà all’investitore una chiara idea dell’andamento di mercato in modo da poter trarre i maggiori profitti Forex dalle transazioni effettuate.

Salva