Piattaforme Trading Demo



Piattaforme trading demo

Sottovalutare la complessità dei fenomeni economico-finanziari può rivelarsi un errore per il trader amatoriale che intende avvicinarsi alle piattaforme di trading online. Se imparare ad effettuare gli ordini di base con il Forex, i CFD e le opzioni binarie non richiede infatti né molta fatica, né solide competenze nel settore della finanza, riuscire ad ottenere dei profitti nel medio-lungo termine non è affatto un’attività semplice.

Uno degli errori più diffusi tra i trader alle prime armi consiste proprio nel sottovalutare l’approccio strategico, soprattutto se si viene incentivati da risultati positivi, ma di carattere fortuito, arrivati nei primi giorni di trading. La conseguenza di questo approccio è ben prevedibile: si interpretano i guadagni con le piattaforme come semplice prodotto del caso, senza invece considerare che le quotazioni degli asset si muovono a seconda dei principi della domanda e dell’offerta. Analizzando i vari mercati ed adottando precise strategie e metodi, sarà possibile prevedere i trend e reagire di conseguenza per realizzare dei profitti.

Al fine di metabolizzare tale attitudine al trading, è sempre consigliabile dedicare del tempo alle simulazioni con un conto demo, soprattutto quando questo viene messo a disposizione dal broker in modalità gratuita ed illimitata. Chi si vorrà cimentare con il Forex potrà acquisire dimestichezza con gli strumenti per operare sulle coppie valutarie, e potrà comprendere le dinamiche delle cosiddette posizioni lunghe o corte nel mercato delle valute; inoltre, potrà confrontare i cross tra loro, riuscendo a capire quali sono quelli che attraggono più liquidità e quelli che presentano i livelli di volatilità più spiccata. Utilizzando i vari strumenti di analisi tecnica, infine, potrà imparare ad interpretare le varie visualizzazioni grafiche offerte dalla piattaforma, come le candele giapponesi o gli storici delle valute.



Il trader che invece volesse operare su diversi tipi di asset, grazie ai CFD, potrà scegliere su una vasta quantità di beni sui quali effettuare operazioni di compra-vendita, individuando quello che offrirà maggiori opportunità di rendita. Così come nell’ambito del Forex, al trading con i CFD potranno essere applicati gli strumenti automatici, come lo “stop loss” e il “take profit”, con i quali si imparerà a gestire meglio gli importi investiti, garantendo rendite sicure e proteggendo il capitale a disposizione. Sarà opportuno testare tutte queste funzioni con gli importi virtuali, in modo tale da non perdere soldi veri mentre si compiono i primi tentativi sperimentali.

Anche con le opzioni binarie, l’ultimo arrivato tra gli strumenti di trading online, si consiglia un doveroso training con il conto demo. La semplicità di utilizzo di queste infatti potranno trarre in inganno, convincendo il principiante a fare a meno delle simulazioni iniziali. Se ottenere guadagni in tempi rapidi nel breve periodo non sarà difficile, riuscire a mantenere un ritmo di entrate costante con le opzioni binarie risulta invece un’attività più complessa. Anche in questo caso occorre saper leggere gli strumenti di analisi giusti, come i segnali di trading, e delineare delle precise strategie per identificare la combinazione più remunerativa tra asset, opzione e scadenza.

Quale sia la tipologia di trading scelta, si consiglia sempre di iniziare ad operare con importi reali solo quando si è sicuri di aver raggiunto una discreta padronanza di tutti gli strumenti della piattaforma.

Salva