Opzioni Binarie – Scegliere il Broker Giusto



Trading con le opzioni binarie

Come scegliere il broker giusto

Le opzioni binare stanno riscuotendo consensi in continua ascesa tra i chi opera con il trading online, e di conseguenza anche i broker moltiplicano le loro offerte focalizzandosi su questo strumento. Basta effettuare una breve ricerca su internet per trovarsi di fronte a numerose proposte commerciali, una più allettante dell’altra.

Quali fattori è necessario tenere in considerazione per scegliere il broker di opzioni binarie più adatto alle nostre esigenze? Vediamo qui di seguito i punti più importanti da valutare per scegliere quello giusto.

 

– Considerazioni sul money management e il profilo di trading

Anzitutto, occorre chiedersi: che tipo di trader siamo? Quale profitto vogliamo raggiungere? Il trading è per noi un passatempo o una professione? Valutare con obiettività questi aspetti ci permetterà di ottimizzare non solo la scelta del broker, ma anche quella relativa al tipo di account che desideriamo impostare ed alle funzioni aggiuntive di cui avremo bisogno.

 

– Sicurezza

Si tratta di un punto fondamentale: un broker deve essere prima di tutto onesto ed affidabile, e non deve “remare contro” il cliente. Sarà quindi opportuno verificare le licenze e le autorizzazioni possedute dall’agenzia, sia nazionali che internazionali (Consob, CySEC, FSA), oltre alle commissioni richieste (sono competitive o svantaggiose?).

 

– Chiarezza interfaccia

Sebbene operare con le opzioni binarie di base non sia difficile, un’interfaccia chiara ed intuitiva ci faciliterà il trading, specie se non si è ancora acquisita sufficiente familiarità con gli strumenti online. Alcuni broker si sono infatti specializzati sullo sviluppo di piattaforme accessibili e di facile utilizzo, mentre altri propongono invece servizi più avanzati destinati ai trader più consumati.



 

– Conto demo e assistenza

Non tutti i broker mettono a disposizione dei nuovi utenti la possibilità di usufruire di un demo gratuito ed illimitato, con il quale esercitarsi investendo importi virtuali. Sarà opportuno per i principianti scegliere un’agenzia che offre queste simulazioni, essenziali per evitare di incorrere in perdite pressochè sicure in caso di trading senza alcuna competenza tecnica e finanziaria. Inoltre occorrerà valutare la qualità dell’assistenza: i broker migliori offrono persino una consulenza in tempo reale via chat e account manager che seguono i nuovi iscritti passo dopo passo. Importante è infine considerare il materiale didattico che viene fornito dal broker, sotto forma di webinar, ebook e video di formazione.

 

– Depositi, ordini minimi, bonus di benvenuto

Questo punto è strettamente connesso con quello del “money management”. Ad esempio, alcuni broker di opzioni binarie, quelli generalmente rivolti ai trader più esperti, richiedono il deposito iniziale di un capitale non inferiore a 500 euro, con servizi “premium” a pagamento. É questo il tipo di account che fa per noi? O sarà più opportuno scegliere un broker che offre meno servizi, ma che garantisce depositi minimi, anche di 100 euro, ordini ridotti e bonus interessanti? A seconda di come si interpreta il trading, si dovrà effettuare la scelta più adatta alle proprie caratteristiche. Un altro aspetto da valutare, indipendentemente dalla nostra tipologia di trading, è quello che riguarda le modalità di prelievo e versamento nell’account, delle quali è sempre bene accertare la praticità e la velocità.

Salva