Opzioni Binarie – Quanto si può Guadagnare



Trading online con le opzioni binarie

Quanto si può guadagnare?

Sono sempre di più le persone che si dedicano al trading online per tentare di realizzare dei profitti da casa operando sulle piattaforme finanziarie. Grazie allo sviluppo di internet, dei servizi di home banking e degli strumenti offerti dai broker, è ora possibile trasformare la propria scrivania in una centrale operativa sempre collegata ai mercati azionari.

Una funzionalità in particolare ha reso l’attività di trading ancora più popolare: si tratta delle opzioni binarie, uno strumento che si è imposto negli ultimi 5 anni e che si sta diffondendo con rapidità anche nel nostro paese, grazie alla sua immediatezza e facilità di utilizzo. Con le opzioni binarie il trader deve semplicemente pronosticare il verificarsi di un evento relativo al mercato azionario entro una scadenza, ed in caso di previsione corretta riceverà un profitto pari ad una percentuale prefissata. Ad esempio, si possono investire 100 euro con guadagno potenziale del 90% prevedendo che la quotazione di un titolo subisca una variazione verso l’alto nelle prossime due ore. Se questo evento si verificherà, si sarà realizzato un profitto di 90 euro.

Di fronte a tale semplicità, molti si chiedono: è possibile fare del trading con le opzioni binarie una vera e propria attività lavorativa che garantisca un reddito mensile? Quante ore si devono dedicare al trading per raggiungere dei guadagni accettabili rispetto alla fatica impiegata? E ancora, si può diventare ricchi con questo strumento? Cerchiamo qui di seguito di offrire delle considerazioni il più possibile obiettive.

Anzitutto, va premesso che, come nel caso di ogni investimento, anche il trading con le opzioni binarie richiede un capitale iniziale. Più questo sarà consistente, più alto sarà il potenziale guadagno che ne potremo ricavare, ed allo stesso tempo più alti saranno i rischi connessi ad eventuale perdite ingenti. Per questo si parla di “money management”, ossia la gestione del capitale finalizzata alla rendita.



Per chi volesse invece investire importi ridotti, i broker offrono svariate possibilità di aprire conti con somme limitate, usufruendo inoltre di bonus per raddoppiare il deposito iniziale. In questo caso, le operazioni con le opzioni binarie, se ben gestite e supportate da un disciplinato studio dei mercati, possono rappresentare una fonte di reddito aggiuntivo, una sorta di arrotondamento delle stipendio mensile. C’è da aggiungere che i trader che si fanno trascinare dall’impulso di iniziare subito, senza aver assunto familiarità con la piattaforma, spesso incorrono nella perdita del primo importo versato, precludendo la possibilità di rifarsi del passivo. Le opzioni binarie non vanno quindi interpretate come una “roulette” completamente regolata dal caso: chi vorrà massimizzare i profitti dovrà allenarsi con le simulazioni dei conti demo, delineare strategie (che includano perdite e profitti) e sviluppare un approccio metodico al trading.

Tutto questo richiede ovviamente l’impiego di una certa quantità di tempo, per cui va precisato che chi possiede già un’occupazione a tempo pieno dovrà considerare se dedicare o meno il proprio tempo libero al trading online. Allo stesso tempo, va anche detto che, specie grazie alle opzioni binarie, questa attività sta diventando sempre più avvincente e divertente, tanto da essere considerata una forma di passatempo. Diventare ricchi con il trading è comunque possibile, e molti esempi lo dimostrano, tuttavia questo richiede un approccio di tipo professionale, costanza, nervi saldi, applicazione, disponibilità a correre dei rischi e, perchè no, un briciolo di fortuna.

Salva