Forex Opinioni



Se cerchi Forex Opinioni significa che sei alla ricerca di materiale informativo su cosa è il Forex e se realmente si può trarre un beneficio economico da questo tipo di investimento. Vedremo quindi insieme cos’è il Forex e quali sono le sue principali caratteristiche.

 

Cos’è il Forex

Il Forex, è un mercato al cui interno vengono scambiate, acquistate o vendute le valute internazionali, basandosi sul cosiddetto “tasso di cambio” o detto in inglese “exchange rate”.

Il mercato Forex viene spesso indicato anche con il suo nome per esteso, “Foreign Exchange Market”, termini di cui “Forex” è la contrazione, oppure mediante la semplice sigla, “FX”.

La caratteristica più importante del mercato Forex è senza dubbio l’assenza di orari di apertura e di chiusura giornalieri, cosa che permette agli utenti di rimanere sempre attivi ed operativi.

Il mercato delle valute estere noto come Foreign Exchange Market è quindi aperto durante tutta la settimana, ed i suoi operatori possono effettuare transazioni ad ogni ora del giorno e della notte, per ben cinque giorni alla settimana. L’unica sosta del mercato è nei fine settimana, oltre che in tutte le feste comandate, come il Capodanno o il Natale.

Ma quando inizia la giornata finanziaria nel Forex? E come si articola? Nello specifico il Forex è attivo a partire dalla Domenica alle ore 23:00 e fino al Venerdì alle 23:00 CET. Tutto inizia con l’apertura della Borsa di Sydney, in Australia.

Alla chiusura di questa Borsa, la giornata finanziaria prosegue appoggiandosi: a Tokyo, in Giappone, poi a Londra, nel Regno Unito, e così via per molte altre tappe intermedie. Il percorso si arresta con la chiusura della Borsa di New York, negli Stati Uniti d’America. A questo punto la giornata finanziaria ritorna al punto di partenza. E tutto ricomincia.
I meccanismi che consentono questa apertura 24/5, cioè ventiquattro ore su ventiquattro per cinque giorni alla settimana, sono i seguenti: alla chiusura di una delle numerose Borse finanziarie presenti al mondo, corrisponde l’apertura della Borsa successiva geograficamente e per questo situata in un fuso orario diverso. Quando una di queste Borse chiude, apre subito un’altra, permettendo così al Forex di appoggiarvisi.

Una volta che tutti i fusi orari sono stati “utilizzati” da mercato Forex come “base”, si ritorna al punto di partenza. Nell’arco di ventiquattro ore c’è sempre almeno una Borsa aperta a livello mondiale e per questa ragione il Forex non ha soste, eccetto che nei week-end.

Ecco quindi le caratteristiche principali del Foreign Exchange Market in un breve e sintetico elenco:

1) il mercato è il più grande e il più “liquido” del mondo;
2) tutti gli investitori, anche i principianti, possono partecipare al Forex trading;
3) il mercato Forex è aperto per cinque giorni alle settimana, ventiquattro ore su ventiquattro;
4) non ci sono orari di apertura e di chiusura, cosa che permette ai partecipanti di operare no-stop nel Foreign Exchange Market;
5) il Forex non ha una sede fissa a livello geografico ma si “appoggia” sulle principali Borse finanziarie mondiali;
6) i guadagni sul Forex sono potenzialmente elevati anche a fronte di investimenti irrisori.

 

Opinioni Forex: dalla nascita al suo sviluppo

Il Foreign Exchange Market non è un mercato, per così dire, “giovane”. E’ comunque negli ultimi anni che il Forex si è imposto all’attenzione dell’opinione pubblica e degli addetti del mestiere, diventando ufficialmente il mercato finanziario più grande e più liquido al mondo.



Soprattutto nell’ultima decade, il mercato dei cambi esteri ha affrontato un’impennata sorprendente al livello del numero dei partecipanti ma soprattutto nella quantità di denaro che circola al suo interno,  movimentata quotidianamente da migliaia e migliaia di forex traders.

Il Forex nasce nel 1971 anche se allora era molto diverso da quello che conosciamo oggi. E’ un dato di fatto,  però, che nel 1971 fanno la loro comparsa, per la prima volta nella storia della finanza, i tassi di cambio, che vengono lasciati oscillare liberamente.

Precedentemente, infatti, un accordo internazionale chiamato “Bretton Woods Agreement”, il nome deriva dalla città di Bretton Woods, luogo in cui i rappresentanti dei Paesi occidentali si sonno incontrati per firmare l’accordo, aveva stabilito di impedire le speculazione all’interno dei mercati valutari. Questo sarebbe servito a gestire i mercati finanziari ed a garantire la stabilità dell’intero sistema monetario mondale.

La Seconda Guerra Mondiale si era conclusa lasciando conseguenze drammatiche e segnando profondamente l’economia di tutti i Paesi del mondo. L’effetto di questa precarietà generalizzata fu l’accordo di Bretton Woods, firmato nell’anno 1944.

Oltre a rendere stabili i mercati finanziari impedendo di fatto la fluttuazione dei tassi delle valute estere, l’accordo serviva ad impedire la fuga di capitali tra e dalle Nazioni.

Il sistema che si venne a creare fu il seguente: tutte le valute a partire dal 1944 venivano “agganciate” al Dollaro per mezzo di tassi di cambio fissi. Il prezzo del Dollaro veniva invece legato, sempre a seguito degli accordi di Bretton Woods, a quello dell’oro: i potenti della Terra stabilirono che il tasso di cambio tra il Dollaro e l’oro doveva essere di 35 Dollari per ogni oncia d’oro.

Quando circa trent’anni dopo Bretton Woods i tassi furono “lasciati liberi” di fluttuare la situazione cambiò drasticamente. Molte furono le conseguenze di questa “liberazione” dall’accordo del 1944 e fu proprio grazie all’eliminazione delle norme e delle restrizioni ad esso collegate che i mercati finanziari si trasformarono in quello che sono attualmente.

La principale novità fu la nascita effettiva del Foreign Exchange Market che attualmente è ritenuto il più grande ed il più liquido mercato del mondo. Il suo fatturato totale giornaliero ha raggiunto cifre pari a 3,2 trilioni di dollari.

Nato come mercato globale di tipo interbancario, il Foreign Exchange Market è oggi una realtà importante nel panorama dell’investimento e della finanza.

Le caratteristiche vantaggiose che hanno permesso questa straordinaria espansione sono le seguenti:

1) il mercato dei cambi esteri è aperto ventiquattro ore al giorno, per cinque giorni alla settimana;

2) il Forex non ha una sede “fisica” prestabilita e quindi chiunque, da qualsiasi parte del mondo, a qualsiasi ora, può operare in libertà;

3) le operazioni vanno avanti tutta la settimana, ad eccezione dei week-end;

4) il mercato dei cambi esteri possiede una liquidità altissima che lo rende appetibile ai forex trader;

5) anche gli investitori meno esperti possono accedere alle operazioni di Forex trading operando tramite posizioni demo proposte dai maggiori forex brokers;

6) il “leverage” o “leva finanziaria” permette al trader di mobilitare capitali enormi rispetto all’investimento reale.

Salva