Forex Exchange Market



Foreign Exchange Market Traduzione

Il termine “Forex“, derivato dalla contrazione di “Foreign” ed “Exchange“, sta diventando sempre più conosciuto non solo agli addetti del settore finanziario ma anche a coloro che di mercato delle valute e compravendita monetaria ne capiscono ben poco.

Ma cos’è il Forex? In maniera semplice ed accessibile anche ai principianti del mondo finanziario questo può essere spiegato come un mercato in cui si specula e si guadagna sul cambio valutario.

 

Cos’è il Forex

In sostanza, il Forex é una piazza-mercato virtuale dove due controparti si scambiano delle valute internazionali con il fine di trarre il maggior profitto possibile dalle oscillazioni del tasso di cambio. Lo scambio sul mercato Forex avviene tramite compravendita: due controparti stabiliscono il “prezzo” di una data valuta utilizzando, come termine di paragone, un’altra.

Ciò introduce il concetto (fondamentale nel Forex Trading) di “currency pairs” (o “coppie di valute”). Di fatti, per stabilire un prezzo (”exchange rate“) ed attuare una compravendita nel mercato Forex è necessario vedere le monete tradate in un’ottica “duplice”, ovvero in coppie.

Quando un operatore del Foreign Exchange Market decide di effettuare un acquisto, sceglie la moneta da trattare già abbinata ad un’altra moneta ed acquistando una di essere deve obbligatoriamente cedere l’altra. Questo processo può apparire macchinoso per una persona che è alle prime armi in questo settore ma, con un po’ di pratica, tutto diventerà naturale e semplice.

Il Forex viene definito “mercato OTC“, vale a dire “Over The Counter“. Questi termini sottintendono che le transazioni fatte sul Foreign Exchange Market non avvengono in una piazza-mercato reale, localizzata fisicamente in un luogo geografico preciso.

Il trading su Forex viene eseguito per via telematica, grazie all’ausilio di piattaforme specifiche e alle nuove tecnologie informatiche che permettono agli operatori del mercato Forex di essere sempre attivi, presenti ed aggiornati su ciò che accade nel mondo.

Essere “Over The Counter” implica, per il Forex, anche il possesso di una sostanziale indipendenza dalle norme e dalle autorità di regolamentazione nazionali e statali, non essendo sottoposto ad alcuna giurisdizione geograficamente definita e localizzata.

Nato per garantire lo scambio e la compravendita di valute a soggetti ed imprese che, per varie ragioni, si trovavano costretti ad operare utilizzando monete diverse dalla propria o più valute contemporaneamente, il Forex si è gradualmente trasformato in qualcosa di nuovo.

Attualmente il 90 per cento delle operazioni di Forex trading é di tipo speculativo: le transazioni mirano, cioè, ad ottenere un guadagno sfruttando le oscillazioni dei tassi di cambio delle valute.

Il Forex Exchange market é il mercato più ampio e più liquido al mondo, con un turnover di eccezionale portata ed aperto a tutti coloro che vogliono intraprendere l’avventura finanziaria. E’ inoltre aperto 24 ore su 24, per 5 giorni alla settimana, peculiarità che gli garantisce una attività degli utenti continua e dislocata in varie parti del globo terrestre.



 

Mercato Valutario Come Funziona

Il mercato Forex, cioè la piazza-mercato virtuale dove si acquistano, si vendono e si scambiano valute estere, ed è il mercato finanziario che ha registrato nelle ultime decadi la maggiore espansione e crescita in fatto di utenti attivi e turnover.

Cos’è il mercato Forex

Si tratta di un mercato che può offrire eccezionali possibilità di guadagno anche a coloro che non possiedono capitali enormi. Il Forex è accessibile a tutti, senza escludere i soggetti meno importanti a livello finanziario, come piccoli risparmiatori o investitori alle prime armi appassionati di borsa e finanza.

Ovviamente, anche il mercato Forex nasconde delle insidie ed ogni investitore, esperto o principiante che sia, prima di agire ed operare transazioni di compravendita di valute estere, deve essere cosciente di questi rischi e, soprattutto, deve accettarli come parte integrante delle transazioni valutarie speculative e non.

Va inoltre notato come non tutti i soggetti attivi nel mercato Forex siano dotati di intuizione “naturale” in campo finanziario.

La maggior parte degli operatori nel Forex ha fatto pratica, ha studiato ed acquisito le competenze teoriche necessarie a comprendere questo mondo, ha imparato ad analizzare e capire i grafici e le statistiche, ha acquisito conoscenze politiche, sociali, culturali in relazione ai Paesi utilizzatori delle varie valute.

Con questo vogliamo specificare che, utilizzando soldi e capitali reali, il trading sul mercato Forex non è un gioco: chi vuole entrare a fare parte di questo mondo deve conoscere e saper accettare i rischi e le incognite che lo contraddistinguono.

Cerchiamo adesso di mettere in evidenza e di spiegare anche ai forex trader principianti un’importante distinzione. Le transazioni all’interno del Foreign Exchange Market sono sostanzialmente di due tipologie: la prima tipologia comprende tutte quelle transazioni eseguite con il fine di convertire una valuta in un’altra per scopi commerciali o di acquisto di beni in monete diverse dalla propria. Un esempio può essere quello di un importatore che deve acquistare un bene da un altro Paese: l’acquirente, per esempio un italiano, vuole importare un bene dal Regno Unito. Per fare questo dovrà pagare questo bene in Sterline inglesi e, per questa ragione, può avere la necessità di “cambiare” un certo numero di Euro (EUR) in Sterline (GBP).

La seconda tipologia, cioè quella più prettamente ed esplicitamente speculativa, è quella che interessa maggiormente gli operatori sul Forex. E’ un dato di fatto che più del 90% delle transazioni di valute estere abbia questo fine, cioè di fruttare profitti forex al trader speculando sulle oscillazioni continue dei tassi di cambio delle valute. E’ quindi di questo tipo di transazioni che ci occuperemo più nel dettaglio in queste guide di introduzione al mercato del cambio estero.

Salva