Consigli per un Trading Produttivo



Far soldi, questa è la finalità del trading. Cercheremo di darvi i migliori suggerimenti per rendere il vostro trading un’attività produttiva portatrice di guadagni in breve tempo, semplicemente seguendo alcune linee guida, che poi sono le stesse seguite da praticamente tutti i traders che hanno avuto dei grandi risultati.

 

Anzitutto prudenza.

Se è pur vero che il trading è diventata ormai un’attività alla portata di tutti, bisogna considerare come l’improvvisazione può portare a perdere tutto e non ben a diventare ricchi o benestanti come in realtà è successo ai più avveduti.

Anni addietro era necessaria una preparazione solida sui vari mercati, che si trattasse di beni, titoli o valute.

Ai giorni nostri, con l’avvento dell’informatizzazione, tutto è diventato più veloce, disponibile per chiunque abbia un sistema portatile e sicuramente più esposto ai rischi dei mercati.

Ecco quindi che una componente fondamentale quale l’istinto, di cui tanto si favoleggia, se non è sostenuto dalla conoscenza e da un’opportuna valutazione abbinato ai cambiamenti dei mercati, rischia di trasformare il tutto in un vero e proprio gioco d’azzardo in cui si può perdere frutto e capitale.

In sostanza è bene controllare l’istinto usandolo sì( in fondo non siamo macchine e questa è la differenza) ma in modo ragionato, anche fermandosi a volte, per valutare il cosiddetto rapporto rischio-beneficio e poterlo sfruttare al meglio.

 

Seguire la scia(tecnicamente detta trend).

Se è vero che non dobbiamo parlare di gioco d’azzardo, parimenti dobbiamo ricordare che per ottenere un’attività di trading produttivo, sarebbe meglio iniziare a studiare l’andamento(trend appunto) dei vari settori di mercato.

Tanto più riusciremo a comprenderli, più riusciremo a mettere a segno dei “colpi vincenti”. Per guide approfondite puoi visionare tradingonlinebroker.com

E’ molto meglio mettere a segno piccoli profitti in maniera continuativa che puntare sul lungo o magari operare in rottura rispetto alla tendenza dei mercati: permetterà di guadagnare in breve tempo anche se magari somme più piccole.

Però ricordatevi che le gocce fanno il mare.

Considerando che il mercato è emotivo, ricordatevi che inversioni di tendenza repentine si verificheranno esclusivamente in presenza di grandi avvenimenti, nella maggior parte dei casi preventivabili.

Per questo motivo la maggior parte degli investitori preferisce, nel medio e nel lungo periodo, investire in maniera conservativa, spinti soprattutto dalla paura che ad oggi pervade l’intero sistema finanziario.



 

Non fatevi prendere dalla frenesia

Il che, tradotto, significa avere pazienza per raggiungere un risultato valido e non farsi prendere magari dall’euforia di essere riusciti a portare “del fieno in cascina” già in passato o peggio ancora alle prime esperienze di trading.

Il rischio sennò diventa nuovamente quello di trasformare un’attività che dovrebbe portare profitto, in un vero gioco d’azzardo in cui la componente del trading si andrà a inginocchiare all’alea del sistema casinò.

A volte fermatevi un attimo, risistemate la vostra strategia di mercato e poi ricominciate a fare trading, ma non prima di aver stabilito un adeguato focus sulle vostre strategie.

 

Siate ferrei prima con voi stessi.

La disciplina è la base necessaria e indispensabile per poter fare un buon trading produttivo.

Fissarsi degli obbiettivi è stato alla base di ogni imprenditore, scienziato o trader di successo. E questo è provato nella storia.

in ogni struttura, sociale, militare, politica o economica che sia, è cosa nota che il mantenere i nervi saldi ed avere una grande disciplina, anzitutto con se stessi, possa portare al conseguimento dell’obbiettivo finale, che si tratti di vincere una lotta, una battaglia o guidare delle genti.

Figuratevi quanto sia fondamentale quindi essere molto autodeterminati in una lotta che vede coinvolto il trader(voi) con i mercati.

Nessuno può pensare di andare ad affrontare una missione senza avere una buona base di disciplina, che gli sarà indispensabile per affrontare eventuali imprevisti e aiutarlo a mantenere solido il timone della sua nave nella rotta verso il successo.

Non bisognerebbe mai farsi prendere nè dalla paura nè dall’emotività o lo sconforto, bensì mantenere il sangue freddo ed essere duri prima con se stessi per riuscire poi a diventare spietati nei confronti del mercato.

Dobbiamo imparare a conoscerlo e sfruttarlo in base alle nostre esigenze ed aspettative, non il contrario.

Il succo, alla fine, è semplicemente quello di astenersi dai colpi di testa, rispettare la propria strategia e cercare di non essere vulnerabili, anche se alle volte dovrete aspettare prima di essere premiati.

Spesso la politica della formichina accumulatrice è migliore di quella del cercare di portare a casa un grosso guadagno, a meno che non sia sostenuta da valide e ragionate aspettative.

Ricordate però che tutti i trader diventati ricchi con questa attività hanno seguito sempre e comunque gli schemi che fin qui sono stati illustrati, usando l’istinto solo come intuizione e non come regola.