Certificates Poste Italiane



Tra i vari investimenti effettuabili con i propri risparmi è possibile fare trading online con i Certificates Poste Italiane. Si tratta di strumenti che vengono solitamente usati per effettuare operazioni di investimento diversificate da far fruttare nel breve periodo. Ricordiamo che il gruppo postale offre anche altri strumenti per fare trading online e la possibilità di investire anche in obbligazioni, offerte pubbliche, fondi comuni d’investimento, fondi immobiliari, con le offerte pubbliche e con prodotti finanziario assicurativi e assicurativi multiramo.

Come già detto i Certificates Poste Italiane rappresentano la possibilità di effettuare un investimento a breve termine, ideali per diversificare i propri investimenti con dei prodotti finanziari di natura innovativa e flessibile. Da molti vengono identificati come una valida alternativa alle tradizionali fonti di investimento. I Certificates permettono di fare uso di varie strategie di investimento, a partire dalle più semplici da utilizzare come, ad esempio, la replica dei sottostanti, sino ad arrivare a strategie molto più difficili da attuare, solo dopo un accurato studio del settore, come solo i più esperti sanno fare.

 

Certificates cosa sono?

Cosa sono i Certificates? Abbiamo detto che permettono di effettuare operazioni di investimento a breve termine ma in sostanza di cosa stiamo parlando? In realtà sono dei prodotti finanziari che riescono ad adattarsi a diversi sottostanti. Stiamo parlando quindi delle azioni, delle materie prime e degli indici azionari. Potremmo inoltre definirli come prodotti finanziari flessibili in base alle strategie di investimento rialziste, ribassiste e laterali.

 

Fattore di Rischio

Inutile negarlo, investire nei Certificates (in italiano certificati) comporta un rischio per l’investitore. Come sarà possibile ottenere quindi un profitto, sarà allo stesso modo possibile perdere tutto o in parte il capitale investito. Il risparmiatore che decide di investire è quindi esposto alle variazioni dei valori di mercato che potranno alla fine determinare un profitto, una perdita parziale del capitale o una perdita totale di quanto investito. Proprio per questo i Certificates Poste Italiane vengono raccomandati solo a chi è cosciente che il rischio di perdita del capitale esiste e che questo potrà essere perso parzialmente o completamente. Si tratta pertanto di un investimento che sarebbe meglio trattare solo se si fa parte di quel gruppo di investitori esperti che ben conosce l’andamento dei mercati, valutando inoltre la propria situazione finanziaria personale.



 

Tipologie di Certificates Poste Italiane

I Certificati negoziabili tramite il gruppo di Poste Italiane vengono classificati secondo quattro differenti tipologie: Capitale Protetto, Capitale Condizionatamente protetto, Capitale non protetto e A leva.

 

Acquistare Certificates ed Investire

Investire in Poste Italiane con l’acquisto di Certificates è un’operazione semplice dedicata ai correntisti BancoPosta che hanno attivato il piano BancoPosta Online o che hanno un conto corrente postale BancoPosta Click. Sarà inoltre necessario essere titolari di un deposito titoli e sottoscrivere un contratto dedicato alla prestazione di servizi e di attività di investimento. Tale contratto potrà essere sottoscritto presso qualsiasi ufficio postale. Per accedere al trading online dei Certificates sarà necessario utilizzare l’apposita piattaforma di Poste Italiane chiamata Trading Online BancoPosta.

 

Opinioni

I Certificates sono, come abbiamo più volte ricordato, degli investimenti che possono essere proficui ma anche negativi per le proprie finanze. Vi è quindi la possibilità di ottenere un profitto ma anche quella di perdere il capitale in parte o completamente. Si raccomanda l’investimento di questo tipo solo dopo aver studiato con attenzione il loro funzionamento e dopo aver valutato la propria posizione economica e finanziaria. La soluzione corretta sarebbe quindi quella di investire nei Certificates di Poste Italiane solo dopo aver valutato tutti i fattori di rischio ricordando inoltre che tutti i rendimenti ottenuti in passato non vanno presi come riferimento per i rendimenti futuri.

Salva