10 Errori da Non Commettere con il Forex parte II



I 10 errori da non commettere con il Forex – parte II

Errore # 3: pensare che il trading online sia un semplice gioco d’azzardo

Di solito, gli aspiranti trader che commettono questo errore sono quelli che sono incorsi negli errori descritti in precedenza: si tende a saltare la fase formativa e di esercizi pratici con le simulazioni perché si equipara il Forex all’ambito delle scommesse. Se gli andamenti delle valute dipendono dal caso, se i guadagni sono frutto dalla pura fortuna, se un trader di successo è semplicemente un trader fortunato… perché perdere tempo con lo studio e la pratica?

In realtà, anche se i movimenti delle quotazioni sembrano essere dettati da oscuri principi arbitrari, sono precise leggi della domanda e dell’offerta che regolano i prezzi nei mercati. Ed osservando i grafici, si noterà la presenza di fasi cicliche che tendono a ripetersi, per cui anche la statistica gioca la sua parte. Il trader che realizza dei buoni profitti non è quello che possiede arti divinatorie, ma è colui che riesce ad interpretare correttamente i segnali dei mercati. Certo, un briciolo di fortuna non guasta mai, ma attribuire i profitti unicamente alla fortuna è sicuramente riduttivo.

 

Errore # 4: non seguire una strategia ed improvvisare

Ecco un altro tipico errore del trader inesperto: la mancanza dell’approccio strategico al Forex. Va detto che questa pecca viene commessa anche dai trader che hanno dedicato ampio spazio allo studio degli strumenti delle piattaforme e alle esercitazioni con gli importi virtuali dei conti demo ma che, una volta alle prese con le turbolenze dei mercati, non riescono a mantenere una linea metodica e si abbandonano alla tentazione di improvvisare. Delineare una strategia (fondata su dati macro, analisi tecniche e altri strumenti) implica la coerenza di seguirla anche in caso di iniziali perdite, in quanto, riponendo fiducia sul piano d’azione, si potranno realizzare dei profitti nel medio-lungo termine. Chi si affida invece all’improvvisazione si allontana da questo percorso (ricordiamo che la parola “metodo” deriva dal greco hodos, ossia “cammino”) per dirigersi in territori inesplorati.



 

Errore # 5: farsi prendere dal panico

Con il Forex si deve saper amministrare ordini, capitale e strategie, ma questo non basta: occorre infatti saper gestire le proprie emozioni. I trader più abili non solo sanno utilizzare gli strumenti finanziari con padronanza, ma riescono a mantenere i nervi saldi dinanzi ai colpi di scena dei mercati azionari. Investire importi consistenti nel trading online implica infatti andare incontro a dei rischi e subire forti pressioni psicologiche. L’aspetto emotivo è sempre presente in questa attività, ma più si cerca di relazionarsi in maniera razionale e metodica al trading, più facile risulterà gestire le emozioni e mantenere la rotta prefissata. Inoltre, investire nel Forex capitali che dovrebbero essere utilizzati per coprire altre spese necessarie, contribuisce ad aumentare lo stress ed accrescere il senso di panico in caso di eventuali perdite. Al fine di evitare di perdere il controllo, e così anche il nostro capitale, è quindi essenziale intensificare la pratica con il conto demo, delineare e seguire diligentemente una strategia e soprattutto evitare di esporsi troppo con degli investimenti esagerati.

Salva