10 Errori da Non Commettere con il Forex parte I



I 10 errori da non commettere con il Forex parte I

Il Forex può essere considerato come lo strumento principe del trading online: si tratta di un’attività ricca di fascino, grazie alla possibilità di operare con le valute internazionali, e carica di suspense, per via delle oscillazioni dei mercati, a volte veramente imprevedibili.

Le piattaforme offerte dai numerosi broker, caratterizzate da immediatezza e semplicità crescenti, rendono il Forex sempre più accessibile anche ai non addetti ai lavori, che al momento della registrazione avranno da subito l’opportunità di operare nei mercati. Ed è proprio qui che occorre prestare grande attenzione: pensare che con questa attività i profitti siano scontati sarebbe un grave errore. Molti sono i trader inesperti che vedono evaporare rapidamente il loro deposito iniziale a causa di un approccio superficiale al Forex, che, come tutte le attività legate agli investimenti, richiede invece disciplina, studio ed applicazione. Vediamo qui di seguito gli errori che un principiante dovrebbe evitare, se non vuole dissipare in pochi giorni il suo importo iniziale con scelte avventate.

 

Errore # 1: sottovalutare la formazione

Se dovessimo redarre una guida dal titolo “come perdere il proprio deposito iniziale in poche mosse”, questo errore richiederebbe un lungo capitolo a parte, in quanto si tratta dell’attitudine forse più controproducente per i trader inesperti. Come ben si sa, la fretta è sempre cattiva consigliera, ed è quindi opportuno dedicare giorni, se non settimane, alla fase della formazione prima di buttarsi (senza salvagente e senza aver imparato a nuotare) nel tempestoso mare del Forex. La maggior parte dei broker di trading online offrono ampio materiale didattico (webinar, video, ebook, test di autovalutazione) che permettono agli esordienti di acquisire familiarità con gli strumenti finanziari e competenze tecniche circa l’andamento dei mercati. Certo, chi possiede una laurea in economia e materie finanziarie sarà sicuramente avvantaggiato, ma un total beginner si troverà comunque a disagio se non avrà mai sentito parlare di principi economici di base, come la legge della domanda e e dell’offerta e il meccanismo del cambio valutario. Inoltre, bisogna considerare che il Forex è ricchissimo di termini anglosassoni, per cui sarà essenziale padroneggiare lo slang usato nei mercati azionari.



 

Errore # 2: saltare la fase della pratica con il conto demo

Questo errore è molto simile a quello descritto in precedenza: si vuole iniziare in fretta perché attratti dai potenziali guadagni, tuttavia saltando le necessarie fasi della formazione e della simulazione ci saranno invece ampie possibilità di incorrere in rapide perdite. Sebbene possa rivelarsi a volte noioso, il training con un conto demo è essenziale per imparare ad usare gli strumenti di base e quelli più avanzati del Forex, come le utilissime funzioni di trading automatico (entry orders, oco e altre). Molti trader si accontentano di poche ore trascorse con le simulazioni, e commettono l’errore di credere di aver imparato in breve tempo le operazioni più importanti. In realtà, ciò che viene offerto con questo tipo di account è anche la possibilità di esercitarsi con la gestione emotiva del trading, dimensione spesso sottovalutata dai principianti. Con il Forex si richiedono infatti non solo competenze di carattere tecnico, ma anche nervi saldi e capacità di accettare il rischio, e tutto questo può essere affinato grazie ad un esercizio giornaliero e costante con un conto demo.

Salva